Una busta sbagliata ed è subito gaffe all’annuncio dei fil vincitori alla notte degli Oscar. Così l’Oscar per il miglior film viene stato assegnato a La La Land ma in realtà era stato vinto da Moonlight. I produttori di La La Land avevano anche iniziato il discorso di ringraziamento, poi la clamorosa smentita.

“Ha vinto Moonlight – dice uno di loro, agitato e sconvolto – no non è uno scherzo. Ha proprio vinto Moonlight”.

L’imbarazzo regna sovrano per qualche istante prima di riprendere la normale caletta della notte degli Oscar.

Gianfranco Rosi non vince, ma come aveva detto alla vigilia non vuole sentir parlare di delusione: ”Sono felicissimo di questo meraviglioso viaggio durato un anno. E’ stato davvero incredibile. Il film documentario ha finalmente assunto un valore universale”. Grazie a Pietro (il dottor Bartolo, medico isolano), a Samuele (il bambino protagonista), a Lampedusa e a tutti coloro ci hanno accompagnato in questo viaggio a partire dai produttori”, conclude Rosi. Il suo Fuocoammare è stato battuto da O.J, Simpson, an american story.