“Arriva l’estate e solito inquinamento fuori controllo per i nostri mari e i corsi d’acqua. Abbiamo subito 15 anni di infrazioni e il lavoro di 4 commissari straordinari nominati dal ministro che poi sono stati destituiti. Al loro posto ora c’è un super commissario che dovrà gestire due miliardi di euro e che in 4 mesi non ha prodotto un risultato visibile per permetterci di essere un Paese degno del G7″

E’ la denuncia della deputata del MoVimento 5 Stelle Federica Daga che con Alessio Villarosa hanno presentato un question time in Aula al ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti.

LEGGI ANCHE. MARE VERDE A MONDELLO: PROTESTE

“Risposta assolutamente insoddisfacente quella del ministro – ha ribattuto Villarosa – insomma in questi mesi il commissario ha realizzato operazioni preliminari come stipulare accordi e protocolli che i suoi predecessori avrebbero dovuto già fare. Ma chi li ha nominati quei commissari iniqui? Il ministro. Lo stesso ministro – ha detto Villarosa – che oggi ci viene a promettere che in qualche futuro qualche cosa accadrà”.

“Io porto l’esempio di Milazzo, che potrebbe essere un centro turistico. Ma nell’acqua abbiamo trovato livelli di escherichia coli superiori a 2 milioni quando il limite per legge è 5 mila. I paesi collettati (dotati di collettore fognario ndr) che insistono su località turistiche gettano direttamente nei fiumi e i rifiuti finiscono in mare. Ecco come si prospetta l’estate per le città della costa”.

LEGGI ANCHE LE SPIAGGE SICILIANE A 5 VELE