“In Sicilia decidono i siciliani, c’è questa usanza di dare valore nazionale a elezioni regionali ma io credo che i siciliani voteranno il candidato che considerano migliore per la Sicilia”. Così parlò, ancora una volta, Matteo Renzi che a Radio Anch’io, trasmissione di Radio 1, alla domanda se il Pd chiuderà l’accordo con Ap di Angelino Alfano in Sicilia ha ripetuto con parole diverse quanto affermato in occasione della sua visita a Palermo, lasciando aperta ogni opzione.

Il tormentone politico che accompagna questi mesi di pre campagna elettorale per le Regionali, cioè la posizione di Ap se con uno o con l’altro schieramento, tuttavia fa registrare alcune novità.

Più di una fonte conferma l’incontro fra Angelino Alfano ed il più renziano fra i ministri del governo Gentiloni, Graziano Delerio. I temi trattati riguardano questioni nazionali, nello specifico la delicata questione della legge elettorale (che probabilmente resterà quella partorita dal pronunciamento della Consulta), e soprattutto l’aiuto che verrebbe garantito dal Pd agli alfaniani per superare lo sbarramento al Senato ed eventuali rassicurazioni in vista delle Politiche dell’anno prossimo.

Nonostante le dichiarazioni di stamani del segretario dem Matteo Renzi, è chiaro che la partita siciliana gioca un ruolo fondamentale in queste strategia, ma nulla – assicurano i bene informati – è stato ancora deciso.

Così il tormentone va avanti.

LEGGI ANCHE: D’ALIA ATTENDE UN SEGNALE DAL PD

CARDINALE PROMUOVE FARAONE ALLE REGIONALI

SANTANCHE’: ‘NO A PATTO CON TRADITORI’

IL SONDAGGIO DI INDEX