Un vero e proprio web-giallo quello della presunta gaffe su Rtl 102,5, emittente radiofonica, che avrebbe annunciato oggi pomeriggio la morte di Bruno Arena dei Fichi d’India. La notizia, che è rimbalzata su Internet, era però priva di fondamento. Il presunto errore della redazione, che ha smentito di aver annunciato la morte dell’artista, ha mandato subito in fibrillazione moltissimi fans del 56enne comico, che si trova ancora ricoverato in coma farmacologico nel reparto di terapia intensiva del San Raffaele di Milano.

A rimettere le cose a posto ci ha tempestivamente pensato il partner di Bruno nei Fichi d’India, Max Cavallari, che su Facebook ha scritto:Ringraziamo RTL 102.5 di aver dato notizia della morte di Bruno perchè così gli ha allungato la vita”.  Poi sul caso è intervenuto il manager del duo Max Zoli che, in onda su Rtl 102.5 , ha ribadito che ‘l’unica fonte sulle condizioni di salute di Bruno è il bollettino medico che viene diramato ogni giorno alle 19″.

Questa invece la nota del network: “In rete si è diffusa una notizia falsa e destituita di ogni fondamento: su alcuni siti si scrive che RTL 102.5 avrebbe annunciato la morte di Bruno Arena, il comico dei Fichi d’India che da giorni è ricoverato in ospedale a causa di una emorragia cerebrale. Naturalmente non si dice né chi né quando avrebbe dato questa notizia. Semplicemente perché questa notizia non è mai stata diffusa da RTL 102.5″.

Arena, come si ricorderà, è stato colpito due settimane  da un’emorragia celebrale mentre registrava una puntata di Zelig.

eur-elleffe